Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg

Notiziario

  

2016

Informazioni sulla testata

Direttore editoriale
Carlo Sbiroli

Direttore responsabile
Cesare Fassari

Redazione
Arianna Alberti

Editore
Aogoi © 2016

Responsabile per AOGOI
Carlo Maria Stigliano

Editoriale di apertura

Nasce Aogoi letter. Ogni venerdì sulla tua mail tutte le notizie utili per la tua professione

Siamo lieti di presentarvi il primo numero di Aogoi letter, la newsletter che sarà inviata a tutti i ginecologi italiani con cadenza settimanale. Con questa nuova  iniziativa l’Aogoi si propone di offrire a tutti i colleghi, soci e non, uno strumento informativo agile, capace di raccogliere e soprattutto di selezionare tra la miriade di notizie e di informazioni veicolate ogni giorno dai media quelle di maggior interesse per la nostra professione.

Oltre all’attualità e alla politica sanitaria, Aogoi letter darà ampio spazio alle news di scienza, con focus sulla ginecologia e la salute materno infantile, e cercherà di animare (e possibilmente arricchire), con commenti e interviste ai vari stakeholder, il dibattito sui principali temi della salute femminile.

Ogni venerdì sul vostro computer, Aogoi letter vi terrà aggiornati sulle numerose iniziative organizzate e patrocinate dalla nostra Associazione e sui principali eventi che ruotano intorno al Pianeta Donna, cercando di seguire con occhio attento quanto accade nel panorama della ginecologia italiana e internazionale.

Strada facendo, con il vostro aiuto, cercheremo di dare sempre maggiore visibilità alle numerose iniziative promosse dell’Aogoi, con report e approfondimenti sui nostri congressi regionali, sulle iniziative di formazione e ricerca, sugli studi e le linee guida in ambito ostetrico e ginecologico elaborate sotto l’egida della Fondazione Confalonieri Ragonese, sull’attività del nostro Ufficio Legale Nazionale e sulla rete “Tutela e Prevenzione” in ambito medico legale e assicurativo che la nostra Associazione ha messo in campo con lo “Scudo Giudiziario Aogoi”.

Uno degli obiettivi che ci siamo posti con questa newsletter è quello di stabilire un rapporto più diretto e più agile con i nostri soci e più in generale con la più ampia platea di colleghi e professionisti che si occupano della salute femminile e neonatale. Nel solco di quella cultura multidisciplinare e interprofessionale che ormai connota la professione medica.

Con Aogoi letter, nuovo nato nell’editoria dell’Aogoi, vogliamo sperimentare un nuovo modo di raccontare e di raccontarci. Speriamo di riuscirci, superando indenni le eventuali defaillance della fase di rodaggio.

L’invito che rivolgo a tutti voi è di sfruttare al meglio le potenzialità di questo formidabile canale di informazione. Per farlo, seguiteci e scriveteci. Inviateci i vostri commenti e le vostre analisi per arricchire le nostre rubriche.

 

Il Direttore Editoriale                                                     Il Direttore Responsabile
Carlo Sbiroli                                                                   Cesare Fassari

Il Responsabile per AOGOI
Carlo Maria Stigliano  

 

 

I GINECOLOGI IMPARANO A PARLARE DI SESSO SICURO. Infezioni a trasmissione sessuale al 2° posto per diffusione in Europa. Tematica al centro del primo master sulla comunicazione per i ginecologi del terzo millennio.

I GINECOLOGI IMPARANO A PARLARE DI SESSO SICURO. Infezioni a trasmissione sessuale al 2° posto per diffusione in Europa. Tematica al centro del primo master sulla comunicazione per i ginecologi del terzo millennio.

Roma, 24 maggio 2017 – È la Ginecologia la prima specialistica italiana a “mettersi in gioco” sul piano della comunicazione medico-paziente, dal confronto diretto al dialogo sui social, per favorire il reale cambiamento degli stili di vita in tema di salute sessuale e tutela della vita riproduttiva. È questo l’obiettivo del primo master “Health Communication in Ginecologia” promosso dall’Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (AOGOI) in collaborazione con l’Università IULM di Milano: insegnare ai medici a parlare di “sesso sicuro” e di infezioni a trasmissione sessuale (ITS), una vera e propria emergenza in termini di salute pubblica, ma rispetto alle quali si comunica ancora poco e con un certo imbarazzo. Cont.

Vaccini. Il Governo ha deciso: niente scuola senza vaccinazioni. Ecco cosa prevede il decreto legge in via di definizione

Vaccini. Il Governo ha deciso: niente scuola senza vaccinazioni. Ecco cosa prevede il decreto legge in via di definizione

24 maggio - Salgono a 12 le vaccinazioni obbligatorie. Nido e scuola materna interdette a chi non si vaccina. Dalle elementari rischio multe fino a 7.500 euro e possibile sospensione della potestà genitoriale. Questo l'accordo raggiunto dal Consiglio dei Ministri venerdì scorso dopo un 'braccio di ferro' tra il Ministero della Salute e quello dell'Istruzione.

Le vaccinazioni obbligatorie nel Mondo. Obblighi previsti in 14 Paesi europei, negli Usa e in Canada. Il dossier

Le vaccinazioni obbligatorie nel Mondo. Obblighi previsti in 14 Paesi europei, negli Usa e in Canada. Il dossier

24 maggio - In totale sono 15 i Paesi europei che non hanno vaccinazioni obbligatorie, mentre i restanti 14 Paesi hanno almeno una vaccinazione obbligatoria inclusa nel loro programma vaccinale. Gli Stati Uniti e il Canada, in parte come la Germania, hanno scelto una via intermedia: assenza di sanzioni per la mancata vaccinazione, ma necessità di certificato per l’ammissione a scuola. I dati dello studio Eurosurveillance del 2012. 

Contraccezione d’emergenza. Due anni di libera vendita dell’Ulipristal acetato. Per le donne utile per evitare l’aborto. Ma solo 1 su 5 sa che per acquistarla non serve più la ricetta

Contraccezione d’emergenza. Due anni di libera vendita dell’Ulipristal acetato. Per le donne utile per evitare l’aborto. Ma solo 1 su 5 sa che per acquistarla non serve più la ricetta

24 maggio - E solo il 3,4% sa che il farmaco è più efficace rispetto ai “vecchi” farmaci se assunto nelle prime 24 ore. A due anni dalla liberalizzazione dell’Ulipristal acetato presentati i risultati di un’indagine e web discussione SWG-Health Communication. I medici della Smic chiedono che sia compresa nell’elenco dei farmaci da tenere obbligatoriamente in farmacia quale strumento di prevenzione dell’aborto.

No dei neonatologi a Lotus a birth

No dei neonatologi a Lotus a birth

24 maggio - Vantaggi solo ipotizzati e troppi rischi. La Società Italiana di Neonatologia la esclude tra le modalità di parto. Mancherebbero a oggi evidenze scientifiche che ne dimostrino il reale vantaggio per la mamma e per il neonato ed il pericolo di infezioni che potrebbero mettere a rischio la salute e anche la vita del bambino non sarebbe infondato. 

Malattie cardiache. Per la donna i nemici sono menopausa precoce e non aver partorito

Malattie cardiache. Per la donna i nemici sono menopausa precoce e non aver partorito

24 maggio - Le donne che hanno avuto una menopausa precoce e/o non hanno partorito presentano un rischio maggiore di andare incontro ad insufficienza cardiaca. A questa conclusione è giunto uno studio dell’Università della California, che ha preso in considerazione dati provenienti da quasi 30 mila donne. 

Il Papa ai genetisti: “Distruggere gli embrioni è ingiustificabile”

Il Papa ai genetisti: “Distruggere gli embrioni è ingiustificabile”

24 maggio - Durante un evento sulla malattia di Huntington, il Papa ha elogiato gli scienziati che lavorano a cure per le malattie genetiche, ma li ha esortati a non distruggere gli embrioni umani a fini di ricerca. 

70° Assemblea Oms. Tedros Adhanom Ghebreyesus eletto nuovo Direttore generale. E’ il primo africano alla guida dell’organizzazione

70° Assemblea Oms. Tedros Adhanom Ghebreyesus eletto nuovo Direttore generale. E’ il primo africano alla guida dell’organizzazione

24 maggio - Il biologo etiope è stato eletto il 23 maggio scorso dai 194 Paesi che formano l’Assemblea Oms ed è il primo direttore generale Oms africano. Tedros ha indicato come “minacce immediate” la resistenza alle cure, le risposte alle emergenze e l’impatto dei cambiamenti climatici sulla salute. E per arrivarci serve "una leadership che abbia nuova vita e unisca la salute pubblica, la competenza diplomatica e politica necessaria per affrontare le sfide più urgenti del nostro tempo”. 

Congresso Interregionale AOGOI Liguria Piemonte Valle d'Aosta

Congresso Interregionale AOGOI Liguria Piemonte Valle d'Aosta

26 - 27 maggio 2017

Saint Vincent, Centro Congressi BILLIA

Presidenti del Congresso: Roberto Jura, Vincenzo Maritati, Marco Salvatores

Coordinamento scientifico: Livio Leo

Presidenti Onorari: Elsa Viora, Antonio Chiàntera, Giovanni Scambia, Sandro Viglino

Congresso Triveneto AOGOI - VENETO FRIULI VENEZIA GIULIA TRENTINO ALTO ADIGE

Congresso Triveneto AOGOI - VENETO FRIULI VENEZIA GIULIA TRENTINO ALTO ADIGE

10 giugno 2017
Rovigo, Centro Servizi Rovigo Fiere

Responsabili scientifici:
Valter Adamo, Emilio Arisi, Giancarlo Stellin

Advances in Gynecologic Oncology

Advances in Gynecologic Oncology

22-23 giugno 2017
Milano, IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori - Aula Magna

XXVIII Congresso Nazionale SIOG 

 

Organizing Committee: Francesco Raspagliesi, Domenica Lorusso

Questionario sull’approccio corrente alle dilatazioni delle vie urinarie a diagnosi prenatale

Questionario sull’approccio corrente alle dilatazioni delle vie urinarie a diagnosi prenatale

Carissima/o, ti proponiamo un questionario con lo scopo di conoscere l’approccio corrente alle dilatazioni delle vie urinarie a diagnosi prenatale ed essere il punto di partenza per un primo consensus multidisciplinare italiano. 
Il questionario verrà inviato ai Soci delle Società Scientifiche che hanno aderito all’iniziativa e spero che i soci AOGOI possano contribuire in modo “massiccio”.

Contraccezione ormonale di emergenza a base di levonorgestrel. Le nuove raccomandazioni Aifa

Contraccezione ormonale di emergenza a base di levonorgestrel. Le nuove raccomandazioni Aifa

18 maggio - Viene raccomandato l’uso di un contraccettivo di emergenza non ormonale, per quelle donne che desiderano ricorrere alla contraccezione di emergenza e che hanno usato un medicinale che induce gli enzimi epatici nelle ultime 4 settimane. In alternativa si consiglia di raddoppiare la dose abituale di levonorgestrel da 1,5 mg a 3 mg per compensare la riduzione dei livelli plasmatici causa della riduzione di efficacia dei contraccettivi ormonali. 

Terapia per l’osteoporosi migliora la sopravvivenza nel cancro mammario

Terapia per l’osteoporosi migliora la sopravvivenza nel cancro mammario

18 maggio - Una metanalisi pubblicata da Cancer ha fatto registrare dati molto interessanti relativamente al miglioramento della sopravvivenza tra le pazienti con cancro al seno che, oltre alla terapia oncologica, assumevano quella per l’osteoporosi. L’effetto antitumorale sarebbe favorito dai bifosfonati.

Riscaldamento globale e gravidanza. Rischio aumento dei casi di diabete gestazionale

Riscaldamento globale e gravidanza. Rischio aumento dei casi di diabete gestazionale

18 maggio - Le temperature stagionali più alte sono legate ad un aumento del rischio di sviluppare un diabete gestazionale. È quanto suggerisce un nuovo studio, pubblicato sul Canadian Medical Association Journal, che aggiunge un motivo in più per preoccuparsi degli effetti del riscaldamento globale della Terra. 

Donne e apnee notturne. Ne soffrono molto meno degli uomini. Ma se le diagnosi non fossero corrette?

Donne e apnee notturne. Ne soffrono molto meno degli uomini. Ma se le diagnosi non fossero corrette?

18 maggio - Le donne rappresentano solo il 20% dei pazienti che soffrono di apnee notturne. Forse a causa del numero relativamente basso di casi femminili, le pazienti sono sotto-diagnosticate e sotto-trattate. Uno studio svedese ha approfondito la questione. 

Osteoartrite della mano, donne più a rischio degli uomini

Osteoartrite della mano, donne più a rischio degli uomini

18 maggio - Quattro persone su 10 possono, nel corso della vita, sviluppare un’artrosi della mano. Le donne sono più a rischio; 47% contro il 25% circa degli uomini. Inoltre, le persone obese rischiano questa patologia 11 volte in più delle persone normopeso. Queste cifre emergono da uno studio epidemiologico condotto ad Atlanta da Jin Qin e colleghi  dei Centers for Disease Control and Prevention  (CDC). 

Ovaie “artificiali” potrebbero essere coltivate in laboratorio

Ovaie “artificiali” potrebbero essere coltivate in laboratorio

18 maggio - Un gruppo di ricercatori di Chicago ha scoperto un metodo per creare ovaie artificiali coltivate in laboratorio che, in futuro, potrebbero rappresentare un’opportunità per le donne non fertili a causa di tumori o altre malattie dell’apparto riproduttivo. 

Latte materno. Ecco come favorisce la maturazione del microbioma intestinale del figlio

Latte materno. Ecco come favorisce la maturazione del microbioma intestinale del figlio

18 maggio - Secondo quanto suggerisce uno studio pubblicato da JAMA Pediatrics, l'allattamento al seno fornisce al lattante una serie di benefici per la salute che, in parte, sono dovuti al trasferimento di batteri della madre all’intestino del figlio. 

Oms: tremila morti al giorno tra gli adolescenti, in gran parte prevenibili. Per i maschi il killer sono gli incidenti stradali, per le femmine infezioni respiratorie e autolesionismo

Oms: tremila morti al giorno tra gli adolescenti, in gran parte prevenibili. Per i maschi il killer sono gli incidenti stradali, per le femmine infezioni respiratorie e autolesionismo

18 maggio - A lanciare l’allarme è un nuovo rapporto dell’OMS e il j’accuse di Flavia Bustreo arriva forte e chiaro: gli adolescenti sono stati i grandi assenti di molti piani sanitari nazionali per troppo tempo. E’ arrivato il momento di prendere provvedimenti: investire sui giovani significa garantirsi generazioni future in salute, con importanti ricadute sulla società tutta. Leggi più restrittive sulle cinture di sicurezza ed educazione sessuale potrebbero fare la differenza.

 

Vaccini. “Italia è ormai dietro ad alcuni Stati africani per la copertura vaccinale”. Il rapporto Oms

Vaccini. “Italia è ormai dietro ad alcuni Stati africani per la copertura vaccinale”. Il rapporto Oms

18 maggio - Su tetano, pertosse e difterite, l'Italia ha una copertura del 93%, fra le più basse della regione Europea, superata anche dai migliori paesi africani, come Rwanda e Tanzania, che sono al 98%. E da Eritrea, Botswana e Algeria che sono al 94%. Il 'bel Paese' risulta però essere tra migliori al mondo contro mortalità materna e infantile. Questi alcuni dei principali dati del rapporto dell'Oms 'World Health Statistics' pubblicato oggi.

AOGOI sulla contraccezione di emergenza: strumento efficace che va utilizzato in maniera appropriata. Accogliamo con favore le nuove raccomandazioni AIFA

AOGOI sulla contraccezione di emergenza: strumento efficace che va utilizzato in maniera appropriata. Accogliamo con favore le nuove raccomandazioni AIFA

16 maggio - Elsa Viora, Presidente AOGOI: “Occasione per ribadire l’importanza di una contraccezione informata, responsabile e gratuita, unica arma per prevenire le gravidanze indesiderate”.

Congresso Regionale AOGOI Puglia 2017 AIO-AGITE-SIGO

Congresso Regionale AOGOI Puglia 2017 AIO-AGITE-SIGO

18 - 20 maggio 2017
San Giovanni Rotondo (FG), Auditorium Chiesa San Pio da Pietrelcina

Gravidanza fisiologica ed etica professionale

 

Presidenti onorari: Prof. Antonio Chiàntera, Prof. Giuseppe Ettore, Prof. Giovanni Scambia, Dott.ssa Elsa Viora

Presidenti del Congresso: Dott. Francesco Petruzzelli, Dott. Pier Luigi Sozzi, Prof. Vito Trojano

Enrico Vizza per la Vice-Presidenza della SEGi

Enrico Vizza per la Vice-Presidenza della SEGi

11 maggio - Il Consiglio Direttivo dell’AOGOI riunitosi a Milano il 17 gennaio 2017  ha indicato all’unanimità Enrico Vizza, primario dell’Istituto Regina Elena di Roma, come candidato della nostra Associazione al ruolo di Vice Presidente della SEGI (Società Italiana di Endoscopia Ginecologica) in seno al nuovo consiglio direttivo della stessa. Ciò in considerazione delle sue ampiamente riconosciute capacità e dell’esperienza maturata nel campo della chirurgia ginecologica oncologica, con particolare competenza nell’endoscopia e nella robotica.

GynecoAogoi: un nuovo look per il nostro giornale

GynecoAogoi: un nuovo look per il nostro giornale

11 maggio - Il prossimo numero di GynecoAogoi si presenta con una grafica rinnovata. Obiettivo: una migliore leggibilità, una più netta definizione delle varie sezioni, un miglior uso delle immagini, più spazio agli approfondimenti e alle inchieste.

Pronte le nuove linee guida USA per l’osteoporosi. Il documento

Pronte le nuove linee guida USA per l’osteoporosi. Il documento

11 maggio - L’American College of Physicians (ACP) ha aggiornato le linee guida sull’osteoporosi. Tra le novità, la raccomandazione a trattare le pazienti con un bifosfonato o un anticorpo monoclonale per ridurre il rischio di fratture. Bifosfonati utili anche negli uomini per evitare le fratture vertebrali. 

Gravidanza e antibiotici: quali usare e quali evitare

Gravidanza e antibiotici: quali usare e quali evitare

11 maggio - L’uso precoce in gravidanza di alcuni antibiotici, come i macrolidi (esclusa l’eritromicina), chinoloni, tetracicline, sulfonamidi e metronidazolo è associato a un aumento del rischio di aborto spontaneo”. A questa conclusione è giunto uno studio condotto in Canada e pubblicato dal Canadian Medical Association Journal. 

Cancro al seno: prima dei 50 anni, può favorire insorgenza tumore al colon-retto

Cancro al seno: prima dei 50 anni, può favorire insorgenza tumore al colon-retto

11 maggio - Le donne che sviluppano un tumore alla mammella prima dei 50 anni di età presentano un rischio aumentato di cancro del colon-retto e devono essere sottoposte a screening con intervalli diversi rispetto alla popolazione generale. Questa evidenza emerge da una revisione sistematica e da una metanalisi di studi che comprendono più di un milione di donne. 

Nessun rischio di deficit cognitivo nei nati con maturazione in vitro degli ovociti

Nessun rischio di deficit cognitivo nei nati con maturazione in vitro degli ovociti

11 maggio - I bambini nati dopo concepimento con il metodo IVM, ossia attraverso la maturazione in vitro degli ovociti, non sarebbero esposti a particolari rischi di salute né a deficit delle funzioni cognitive. Lo studio su Human Reproduction. 

Cancro. Il 63% delle donne e il 54% degli uomini sconfiggono la malattia. Al nord si sopravvive di più, al sud si fa ancora poca prevenzione

Cancro. Il 63% delle donne e il 54% degli uomini sconfiggono la malattia. Al nord si sopravvive di più, al sud si fa ancora poca prevenzione

11 maggio - Donne e giovani sopravvivono ad una diagnosi di tumore più degli uomini e degli anziani. La situazione, tuttavia, non è la stessa in tutte le Regioni: al nord si sopravvive più che al sud. Ma guardando alla media Europea, chi vive in Italia ha più speranze di sconfiggere la malattia. Per i cinque tumori più frequenti, seno, colon-retto, polmone, prostata, vescica, questi dati si traducono in più di 6.270 persone sopravvissute, che fino a pochi anni fa non avrebbero avuto nessuna speranza. 

Mortalità. La serie storica Istat 2003/2014. Cuore e cancro le due principali cause di morte. Seguono le malattie cerebrovascolari. Ma i tassi sono scesi del 35% in 11 anni

Mortalità. La serie storica Istat 2003/2014. Cuore e cancro le due principali cause di morte. Seguono le malattie cerebrovascolari. Ma i tassi sono scesi del 35% in 11 anni

11 maggio - In totale per le malattie cardiache nel 2015 sono morti 149.897 italiani, mentre i vari tipi di cancro ne hanno uccisi 124.320. Al terzo posto delle casistiche di mortalità le malattie cerebrovascolari, che da sole hanno causato 57.230 morti. Queste le tre grandi cause di morte fotografate dall'Istat nel suo rapporto che analizza il periodo dal 2003 al 2014. La buona notizia è che i tassi di mortalità per le principali malattie si sono ridotti in 11 anni di oltre il 35%.

Un europeo su due consuma farmaci regolarmente. Le donne più degli uomini. In Italia consumi al di sotto della media

Un europeo su due consuma farmaci regolarmente. Le donne più degli uomini. In Italia consumi al di sotto della media

11 maggio - Una ricerca Eurostat fotografa il rapporto tra gli europei e i farmaci. E il dato che emerge subito è che le donne ne assumono di più, ma non perché siano maggiormente vulnerabili. Sono gli ormoni e i contraccettivi a far alzare la media tra le signore. In generale, la media di utilizzo tra la popolazione europea è del 49%. Tra i giovani si ricorre meno spesso ai medicinali e si utilizzano maggiormente quelli prescritti dal medico.

Per il contratto e i precari. Il 16 maggio a Roma Sit in dei medici sotto Palazzo Vidoni

Per il contratto e i precari. Il 16 maggio a Roma Sit in dei medici sotto Palazzo Vidoni

11 maggio - La manifestazione si svolgerà il prossimo 16 maggio sotto la sede del ministero della Funzione Pubblica. E’ promossa da dalle principali sigle sindacali della dirigenza medica e sanitaria. 

Il messaggio di AOGOI alle Istituzioni: servono più vaccinazione e screening per sconfiggere le patologie da HPV

Il messaggio di AOGOI alle Istituzioni: servono più vaccinazione e screening per sconfiggere le patologie da HPV

5 maggio 2017 – Il papillomavirus umano (HPV) è responsabile, oltre che del carcinoma della cervice uterina, di quasi tutti i carcinomi dell'ano e di circa la metà di quelli del pene, di alcuni tumori di testa e collo, e della quasi totalità delle condilomatosi floride anogenitali. Per questo motivo, l’opzione di vaccinare entrambi i sessi, oltre a proteggere direttamente anche i maschi dalle gravi patologie da HPV, garantisce la possibilità di interrompere la trasmissione del virus con maggiore efficacia e può contribuire ad aumentare l'adesione ai programmi vaccinali.

Il taglio cesareo oggi tra necessità e convenienza

Il taglio cesareo oggi tra necessità e convenienza

12 maggio 2017

Napoli, Auditorium G. Zannini
Mediterranea

Assicurazioni. La Cassazione boccia le polizze claim’s made. Aogoi aveva denunciato questo tipo di copertura già nel 2015

Assicurazioni. La Cassazione boccia le polizze claim’s made. Aogoi aveva denunciato questo tipo di copertura già nel 2015

Secondo i giudici la clausola claim's made in sanità "è un patto atipico immeritevole di tutela in quanto realizza un ingiusto e sproporzionato vantaggio dell'assicuratore, e pone l'assicurato in una condizione di indeterminata e non controllabile soggezione". Con questo tipo di polizze l'assicurato non è infatti tutelato se la richiesta di danni per un sinistro avvenuto nel periodo di vigenza della polizza arriva però dopo la scadenza della stessa.

Vaccino Hpv. Censis: “Sconsigliato al 34,4% delle mamme. Anche dai medici”

Vaccino Hpv. Censis: “Sconsigliato al 34,4% delle mamme. Anche dai medici”

4 maggio - A sconsigliare il vaccino a sempre più genitori (erano il  25,6% nel 2011) ci starebbero anche i professionisti della sanità. Almeno secondo quanto rilevato dal Censis in un nuuova ricerca presentata nei giorni scorsi dal titolo significativo: "Chi ha paura del Papillomavirus?". L’87,4% dei genitori sa che alcuni ceppi del Papillomavirus umano sono responsabili del tumore al collo dell’utero, ma solo il 47,2% sa che possono causare diversi altri tumori anche nell’uomo. E solo il 34,4% delle mamme è consapevole che l’Hpv può causare i condilomi genitali. 

Screening neonatali. Intervista al direttore dell’Iss Angelo Del Favero: “Non tutte le Regioni sono pronte ad applicare la legge”

Screening neonatali. Intervista al direttore dell’Iss Angelo Del Favero: “Non tutte le Regioni sono pronte ad applicare la legge”

4 maggio - “Per questo stiamo lavorando perché si possa partire tutti con le condizioni almeno sufficienti a garantire poi un’analisi del costo-beneficio della legge che è uno degli obiettivi dell’archivio nazionale di dati che costruiremo in Istituto sugli esiti degli screening”.

Cresce in tutta Europa la preoccupazione per le infezioni ospedaliere. Soprattutto nelle lungodegenze. Al via una nuova indagine per aggiornare il data base del 2013

Cresce in tutta Europa la preoccupazione per le infezioni ospedaliere. Soprattutto nelle lungodegenze. Al via una nuova indagine per aggiornare il data base del 2013

4 maggio - L'ultima indagine sul fenomeno (HALT-2) risale infatti al 2013 e aveva rilevato l'insorgenza di 4,2 milioni di infezioni nei reaprti di lungodegenza a fronte dei 3,5 milioni registrate nelle strutture per acuti. Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) avvierà presto una nuova indagine (HALT-3) invitando tutti i partner europei a partecipare fino a fine giugno e poi da settembre e novembre 2017.

Cancro. Aiom stronca esame del sangue per diagnosi precoce messo a punto dall’oncologa Paterlini ieri a Porta a Porta: “Test non validati da studi clinici controllati. Servizio pubblico stia attento: fuorviante far credere che basti un test”

Cancro. Aiom stronca esame del sangue per diagnosi precoce messo a punto dall’oncologa Paterlini ieri a Porta a Porta: “Test non validati da studi clinici controllati. Servizio pubblico stia attento: fuorviante far credere che basti un test”

4 maggio - A suscitare l’allarme degli oncologi italiani, l’intervista a Patrizia Paterlini-Bréchot, andata in onda il 1 maggio su Rai 1. La scienziata italiana, trapiantata in Francia da diversi decenni, ha messo a punto un test di citopatologia sanguigna (ISET®) che potrebbe consentire di individuare in uno stadio molto precoce una serie di tumori solidi e servire come guida al trattamento oncologico. Secondo l’AIOM è presto per parlare di questo test al pubblico, in quanto non ancora validato dagli studi clinici. Ma chi ha ragione?

Importanti novità assicurative! Le novità introdotte dalla legge 24/2017: primi commenti all'art. 11

Importanti novità assicurative! Le novità introdotte dalla legge 24/2017: primi commenti all'art. 11

Estensione della garanzia assicurativa

1. La garanzia assicurativa deve prevedere una operatività temporale anche per gli eventi accaduti nei dieci anni antecedenti la conclusione del contratto assicurativo, purché denunciati all’impresa di assicurazione durante la vigenza temporale della polizza. In caso di cessazione definitiva dell’attività professionale per qualsiasi causa deve essere previsto un periodo di ultrattività della copertura per le richieste di risarcimento presentate per la prima volta entro i dieci anni successivi e riferite a fatti generatori della responsabilità verificatisi nel periodo di efficacia della polizza, incluso il periodo di retroattività della copertura. L’ultrattività è estesa agli eredi e non è assoggettabile alla clausola di disdetta. Cont...

Report: è proprio vero che ne uccide più la parola che la spada!

Report: è proprio vero che ne uccide più la parola che la spada!

27 aprile - Una cattiva comunicazione come quella offerta dalla trasmissione televisiva Report lunedì 13 Aprile può risultare dannosa per l’uso dei vaccini in generale e in particolare per quello contro il Papilloma virus.
L’impostazione della trasmissione è consistita nel mescolare in modo confuso e disinvolto frammenti decontestualizzati di informazione pseudoscientifica con affermazioni “da bar”. Un risultato che può risultare fastidioso ma sostanzialmente innocuo per gli addetti ai lavori, abituati a vedere sacrificata la verità pur di acquisire facile audience, ma potenzialmente molto dannoso per la popolazione – femminile in particolare – chiamata ad iniziative serie ed integrate (la vaccinazione delle adolescenti e lo screening delle adulte) contro la piaga del cervico carcinoma.

SIGO, AOGOI e AGUI sul servizio di ‘Report’ riguardo ai vaccini anti-HPV: stupisce che i giornalisti non ci abbiano contattato; da società scientifiche più impegno nella comunicazione al grande pubblico

SIGO, AOGOI e AGUI sul servizio di ‘Report’ riguardo ai vaccini anti-HPV: stupisce che i giornalisti non ci abbiano contattato; da società scientifiche più impegno nella comunicazione al grande pubblico

La SIGO (Società Italiana di Ginecologia ed Ostetricia), la AOGOI (Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani) e la AGUI (Associazione Ginecologi Universitari Italiani) manifestano il proprio rincrescimento per i contenuti della trasmissione di Rai3, “Report”, andata in onda lo scorso lunedì 17 aprile.

Aborto clandestino. Secondo l’Iss se ne praticano tuttora dai 15 ai 20 mila. Ma solo 42 persone sono sotto indagine per averli procurati. Delle due l’una: o la stima è esagerata o i colpevoli sfuggono in gran parte alla giustizia

Aborto clandestino. Secondo l’Iss se ne praticano tuttora dai 15 ai 20 mila. Ma solo 42 persone sono sotto indagine per averli procurati. Delle due l’una: o la stima è esagerata o i colpevoli sfuggono in gran parte alla giustizia

27 aprile – La scorsa settimana Lorenzin ha ricordato alla Camera i dati sul fenomeno. Proprio negli stessi giorni la Relazione sulla 194 del ministro della Giustizia, in riferimento ai procedimenti in corso contro chi è sospettato di aver procurato aborti clandestini, parla di "un fenomeno di ridotte proporzioni".

Aborti clandestini /2. La Relazione sulla 194 del ministero della Giustizia

Aborti clandestini /2. La Relazione sulla 194 del ministero della Giustizia

27 aprile - Ogni anno anche il ministro della Giustizia è tenuto a presentare una relazione al Parlamento sulla legge 194, soffermandosi in particolare sugli aspetti penali concernenti le violazioni riscontrate nell'applicazione della legge e la giurisdizione volontaria riguardante le richieste di IVG al Giudice tutelare in caso di minori o di donne maggiorenni interdette

Aborti clandestini/3. Viora (Aogoi): “L’unica arma è la prevenzione: più counselling, più contraccezione responsabile e gratuita”

Aborti clandestini/3. Viora (Aogoi): “L’unica arma è la prevenzione: più counselling, più contraccezione responsabile e gratuita”

27 aprile - Per la presidente dei ginecologi italiani “è responsabilità precipua dei ginecologi ricordare a tutti che il vero terreno sul quale gli aborti clandestini possono essere contrastati e ridotti è quello della prevenzione: in particolare attraverso il counselling a favore delle donne che abbiano già fatto ricorso all’interruzione di gravidanza, e poi attraverso politiche  di promozione di una contraccezione informata e responsabile, che non può passare, come purtroppo avviene oggi in Italia, per l'acquisto dei contraccettivi a totale carico dei cittadini”.  

Aborto e obiezione di coscienza. Ne parlano Elsa Viora e Livia Turco: “Si apra un tavolo di confronto tra medici obiettori e non obiettori”

Aborto e obiezione di coscienza. Ne parlano Elsa Viora e Livia Turco: “Si apra un tavolo di confronto tra medici obiettori e non obiettori”

27 aprile - “Non possiamo permetterci polemiche politiche e scontri ideologici, anche perché si rischia di oscurare il successo della legge 194 grazie alla quale stiamo assistendo a un drastico calo degli aborti”, ha detto l’ex ministro della Salute in occasione della presentazione del suo libro “Per non tornare al buio”.

IV Congresso dell’Associazione LAIGA

IV Congresso dell’Associazione LAIGA

27 aprile - Il 20 e 21marzo si è svolto a Milano il IV Congresso dell’Associazione LAIGA (Libera Associazione Italiana Ginecologi per Applicazione legge 194).

Evita, i ginecologi sul piede di guerra

Evita, i ginecologi sul piede di guerra

27 aprile - Riceviamo questa lettera da Elsa Viora, presidente Aogoi,  Vania Cirese, ufficio legale penale Aogoi, e Antonio Chiantera, segretario nazionale dell'Aogoi.

Ogni anno al mondo 30mln infezioni sessuali, ddl sesso sicuro

Ogni anno al mondo 30mln infezioni sessuali, ddl sesso sicuro

27 aprile - Abbassare i prezzi dei preservativi, distribuirli nella scuole e migliorare l'informazione dei giovani sulle infezioni sessualmente trasmesse, come papilloma virus e Hiv, di cui si registrano nel mondo 30 milioni di casi l'anno. Sono i punti cardine di un disegno di legge presentato in Senato, a prima firma di Donatella Mattesini (Pd), e illustrato oggi in conferenza stampa.

Lorenzin alla Seconda giornata nazionale salute della donna: “Riconoscere la medicina di genere per mettere al centro la salute femminile”

Lorenzin alla Seconda giornata nazionale salute della donna: “Riconoscere la medicina di genere per mettere al centro la salute femminile”

27 aprile - Ma la parola d’ordine è prevenzione. Questi i messaggi lanciati dal ministro della Salute in occasione della giornata che celebra la salute al femminile con incontri, eventi, dibattiti e soprattutto screening gratuiti e informazioni alle donne in oltre 150 strutture sanitarie su tutto il territorio nazionale.

Giornata della Salute della Donna. Il contributo dei ginecologi, in prima linea per prevenire e informare

Giornata della Salute della Donna. Il contributo dei ginecologi, in prima linea per prevenire e informare

27 aprile - In occasione della seconda edizione della Giornata della Salute della Donna, organizzata dal Ministero della Salute, la Sigo, l’Aogoi e la Agui, unitamente alle altre trenta Società affiliate, hanno presentao una serie di attività per informare e coinvolgere le donne su alcuni grandi temi della salute e della prevenzione al femminile.

Donne e tumori. Aiom: “Guarigione nel 63% dei casi. Ma la prevenzione è ancora scarsa”

Donne e tumori. Aiom: “Guarigione nel 63% dei casi. Ma la prevenzione è ancora scarsa”

27 aprile - Le donne che si ammalano di tumore guariscono sempre di più. Ma accanto a questa buona notizia ci sono dei dati preoccupante: nel 2015 solo il 55% ha eseguito la mammografia e il 39,8% il Pap-test Carcinoma. In più, il cancro al polmone è sempre più rosa, con un aumento del 34% di casi in 13 anni. A delineare la situazione è stata l’Associazione Italiana di Oncologia Medica in occasione della Seconda Giornata Nazionale della Salute della Donna del 22 aprile scorso.  

Donne e farmaci. Aifa: “Terapie di genere sempre più efficaci”

Donne e farmaci. Aifa: “Terapie di genere sempre più efficaci”

27 aprile - Quanta strada è stata percorsa proprio per migliorare le terapie al femminile (le donne consumano in generale più farmaci degli uomini) e quali sono gli obiettivi ancora da perseguire saranno gli argomenti al centro della relazione del Direttore Generale dell'Aifa Melazzini alla Giornata della Salute della Donna. 

La Camera dice sì al Testamento biologico. Il testo approvato e la sintesi articolo per articolo

La Camera dice sì al Testamento biologico. Il testo approvato e la sintesi articolo per articolo

27 aprile - ll ddl, licenziato lo scorso 20 aprile dall'Aula della Camera, affronta i temi del consenso informato, disciplinandone modalità di espressione e di revoca, legittimazione ad esprimerlo e a riceverlo, ambito e condizioni, e delle disposizioni anticipate di trattamento, con le quali il dichiarante enuncia, in linea di massima, i propri orientamenti sul "fine vita" nell'ipotesi in cui sopravvenga una perdita irreversibile della capacità di intendere e di volere. 

Italiani. Nel 2065 saremo 7 milioni di meno. Il Sud si “spopola”. Saldo negativo di 300/400 mila unità tra nascite e morti

Italiani. Nel 2065 saremo 7 milioni di meno. Il Sud si “spopola”. Saldo negativo di 300/400 mila unità tra nascite e morti

27 aprile - L’Istat ha fatto le sue previsioni sul trend dei residenti in Italia a medio e lungo termine. Nel 2045 dovremmo scendere dagli attuali 60,7 milioni a 58,6 per crollare a 53,7 milioni nel 2065. Le future nascite non riusciranno a colmare il vuoto lasciato dai futuri decessi con un saldo negativo di 300/400mila unità in meno all’anno. La diminuzione dei residenti riguarderà poi soprattutto il Meridione dove risiederà solo il 29% degli abitanti contro il 34% attuale. 

Vaccino Hpv. Ginecologi contro Report: “I giornalisti dovevano chiedere il nostro parere”

Vaccino Hpv. Ginecologi contro Report: “I giornalisti dovevano chiedere il nostro parere”

20 aprile - Sigo, Aogoi e Agui manifestano il proprio dissenso per i contenuti della trasmissione di Rai3, “Report”, andata in onda lo scorso lunedì 17 aprile. 

Il 22 aprile la seconda Giornata nazionale della salute della donna. Il programma e le iniziative

Il 22 aprile la seconda Giornata nazionale della salute della donna. Il programma e le iniziative

20 aprile - Istituita nel 2015 su proposta del ministro Lorenzin si celebra sabato prossimo la seconda giornata dedicata al tema della salute della donna “perché tutelare la salute femminile significa, attraverso le donne, favorire la salute di un 'intera famiglia e di tutta la collettività”. 

Salute della donna. Vivono più degli uomini ma la percezione del loro stato di salute è peggiore. Fumano di meno ma fanno poco sport e molte malattie colpiscono più loro che i maschi

Salute della donna. Vivono più degli uomini ma la percezione del loro stato di salute è peggiore. Fumano di meno ma fanno poco sport e molte malattie colpiscono più loro che i maschi

20 aprile - Come stanno le donne: vita media più alta, ma percezione peggiore del proprio stato di salute, bevitrici a rischio e maggiori limitazioni funzionali.

Ru486 nei consultori. Lorenzin: “Decisione regionale, la 194 non sembra prevedere tale prassi”

Ru486 nei consultori. Lorenzin: “Decisione regionale, la 194 non sembra prevedere tale prassi”

20 aprile - Rispondendo all'interrogazione dell'onorevole Roccella, in merito al progetto del Lazio per la somministrazione dell'aborto farmacologico nei consultori ha innanizitutto sottolineato che "la Regione deve stabilire ancora una linea progettuale", ma ha ribadito che la legge nazionale non sembra prevedere "i consultori tra le sedi ove è possibile effettuare Ivg" e che in proposito "sono ancora in vigore le linee guida della Salute del 2010".  

In Italia stimati tra i 15 e i 20mila aborti clandestini. Lorenzin: “Dal prossimo anno dati su obiezione struttura per struttura”

In Italia stimati tra i 15 e i 20mila aborti clandestini. Lorenzin: “Dal prossimo anno dati su obiezione struttura per struttura”

20 aprile - Rispondendo durante il question time alla Camera a ventitré deputati  del gruppo  Articolo 1- Movimento democratico e progressista, il ministro Lorenzin ha ricordato comunque i dati che testimoniano la corretta applicazione della legge 194 e ha garantito ulteriori controlli anche con la pubblicazione dalla prossima relazione dei dati per singola struttura.   

La Fnomceo ai medici: “Basta selfie e video in ospedale”

La Fnomceo ai medici: “Basta selfie e video in ospedale”

20 aprile - Tutto nasce da una nota del ministero della Salute che ha richiamato l'attenzione degli Ordini sul fenomeno sempre più diffuso di foto e video che ritraggono momenti della vita professionale postate sui social dai medici. Da qui una circolare della presidente Fnomceo Roberta Chersevani: “Per un medico che ha prestato giuramento professionale appare inaudito realizzare simili comportamenti che violano in modo gravissimo le regola della deontologia professionale”.

Stare troppo al cellulare in gravidanza può comportare iperattività dei nascituri

Stare troppo al cellulare in gravidanza può comportare iperattività dei nascituri

20 aprile - I bambini nati da mamme che, durante la gravidanza, erano assidue utenti dei telefoni cellulari, hanno una maggiore probabilità di risultare affetti da iperattività rispetto agli altri bimbi. Lo studio su Environment International. 

I betabloccanti non aumentano il rischio di difetti cardiovascolari congeniti in gravidanza

I betabloccanti non aumentano il rischio di difetti cardiovascolari congeniti in gravidanza

20 aprile - L’esposizione del feto ai betabloccanti non sembra aumentare il rischio di difetti cardiovascolari congeniti. È quanto emerge da una metanalisi realizzata negli USA e pubblicata da JAMA Internal Medicine. La revisione degli studi ha considerato i dati relativi a oltre 300 mila gravidanze. 

Nuovo metodo non invasivo per velocizzare la raccolta delle urine nei neonati

Nuovo metodo non invasivo per velocizzare la raccolta delle urine nei neonati

20 aprile - Si chiama Quick-Wee ed è un metodo di stimolazione che può essere utilizzato in qualsiasi contesto, sia negli ospedali che negli ambulatori. Lo studio sul British Medical Journal. 

Ricoveri ospedalieri e appropriatezza. Maglia nera ai Cesarei: in dieci anni calati solo del 3%. Negli altri campi le cose vanno meglio ma restano problemi di “appropriatezza organizzativa”

Ricoveri ospedalieri e appropriatezza. Maglia nera ai Cesarei: in dieci anni calati solo del 3%. Negli altri campi le cose vanno meglio ma restano problemi di “appropriatezza organizzativa”

13 aprile - Dall'analisi degli indici di appropriatezza delle Sdo 2015 risulta migliorata più quella clinica di quella organizzativa. Ma i cesarei restano la macchia indelebile che non va via: praticamente non calano dal 2007 (primo anno dei piani di rientro) salvo poche eccezioni e l'Italia resta tra i Paesi Ue col numero più elevato. 

Il Def 2017 e la sanità. Nei prossimi tre anni spesa sanitaria cresce meno del Pil: 1,3% contro 2,9%. Per i contratti PA nessuno stanziamento in più ma un generico impegno a risorse “aggiuntive”. Riforme in programma per acquisti e digitale

Il Def 2017 e la sanità. Nei prossimi tre anni spesa sanitaria cresce meno del Pil: 1,3% contro 2,9%. Per i contratti PA nessuno stanziamento in più ma un generico impegno a risorse “aggiuntive”. Riforme in programma per acquisti e digitale

13 aprile – Il Documento di Economia e Finanza 2017 è ora all’esame delle Camere. Le previsioni per la sanità vedono una crescita contenuta della spesa soprattutto fino al 2019. Poi un piccolo balzo nel 2020 quando si stima una spesa di oltre 118,5 miliardi di euro. Ma sempre sotto il 6,5% del Pil. Mancano invece all'appello le somme in più per il rinnovo dei contratti (2,8 miliardi) di cui si parlava nelle prime anticipazioni di ieri. Focus sull'invecchiamento della popolazione e sui maggiori oneri per la spesa previdenziale, sanitaria e sociale da qui al 20160.

Rapporto Osservasalute 2016. E’ allarme per la salute al Sud:  mortalità più alta, speranza di vita più bassa e cresce la spesa privata.

Rapporto Osservasalute 2016. E’ allarme per la salute al Sud: mortalità più alta, speranza di vita più bassa e cresce la spesa privata.

13 aprile - Ma desta comunque preoccupazione anche il quadro nazionale, soprattutto per l'aumento vertiginoso delle malattie croniche che ormai colpiscono il 40% della popolazione. Gli squilibri Nord-Sud sono notevoli anche rispetto alle risorse disponibili (530 euro in meno tra Calabria e Bolzano), ma la differenza di spesa non basta a spiegare le differenze nei livelli di salute. Resta comunque il fatto che un cittadino di Trento ha una speranza di vita di 82,3 anni mentre uno in Campania non supera mediamente gli 80,5 anni.

Studio Ocse sui sistemi sanitari di 29 Paesi. L’Italia spende poco e ha buoni risultati, ma long term care e prevenzione ancora non vanno. E gli altri? Luci e ombre dalla Ue al Giappone

Studio Ocse sui sistemi sanitari di 29 Paesi. L’Italia spende poco e ha buoni risultati, ma long term care e prevenzione ancora non vanno. E gli altri? Luci e ombre dalla Ue al Giappone

13 aprile - L'Ocse propone una panoramica dell'assistenza in numerosi Paesi, anche oltreoceano. La situazione è simile con alti e bassi per quasi tutti quelli d'Europa, ma milgiora molto andando agli antipodi con Canada e Giappone. Le maggiori criticità in Grecia ma anche in Gran Bretagna rilevati molti problemi per la mortalità tumorale e per ictus più alta della media. In Francia troppi ricoveri impropri e la Germania deve fare i conti con consumi troppo alti di alcol e antidepressivi. La Spagna ha pochi infermieri e in Danimarca nonostante una buona sanità si vive meno della media. 

Giornata salute della donna. Bollini Rosa: porte aperte in 157 ospedali, dal 18 al 24 aprile. Iniziativa di Onda

Giornata salute della donna. Bollini Rosa: porte aperte in 157 ospedali, dal 18 al 24 aprile. Iniziativa di Onda

13 aprile - Dal 18 al 24 aprile, porte aperte in 157 ospedali con i Bollini Rosa in tutta Italia. L’iniziativa è promossa dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, con il patrocinio di 22 Società scientifiche. Mille servizi tra visite gratuite, esami strumentali, consulti ed eventi informativi negli ospedali italiani, per avvicinare ai servizi di prevenzione e alle cure delle principali patologie femminili.  

Farmaci antimuscarinici aumentano rischio depressione

Farmaci antimuscarinici aumentano rischio depressione

13 aprile - Le donne che assumono regolarmente antimuscarinici, per il trattamento della sindrome della vescica iperattiva, mostrano un rischio elevato di soffrire di disturbi depressivi. È quanto emerge da uno studio condotto a Taiwan. 

Assunzione di steroidi in gravidanza non influenza la massa ossea del bambino

Assunzione di steroidi in gravidanza non influenza la massa ossea del bambino

13 aprile - L’esposizione del feto a dosi ripetute di glucocorticoidi non influenza negativamente la massa ossea tra i sei e gli otto anni di vita. Una buona notizia per chi fa uso di questa classe di farmaci, come le donne a rischio di parto pretermine. Questa evidenza emerge da uno studio condotto in Nuova Zelanda, coordinato da Christopher McKinlay, della University of Auckland. 

Obesità aumenta i marker infiammatori nelle donne con artrite reumatoide

Obesità aumenta i marker infiammatori nelle donne con artrite reumatoide

13 aprile - Nelle donne con artrite reumatoide l’obesità e l’aumento della massa grassa sono associate a livelli più alti di marker infiammatori, quali proteina C-reattiva (CRP) e velocità di eritrosedimentazione (VES). È quanto emerge da un recente studio USA. 

Malattie cardiovascolari. Nelle donne con infezione da HIV il rischio è più alto del 50%

Malattie cardiovascolari. Nelle donne con infezione da HIV il rischio è più alto del 50%

13 aprile - Negli USA, una donna su due muore di infarto o di ictus e 1 su 25 di tumore della mammella. Eppure mentre è ben presente il rischio comportato dalle malattie oncologiche, del tutto sottostimato è quello derivante dalle malattie cardiovascolari. 

Grande confusione nel cielo dei consultori familiari

Grande confusione nel cielo dei consultori familiari

10 aprile - E’ vero, è proprio così. In questi oltre 40 anni di vita (ma soprattutto dagli anni ’90 in poi) abbiamo assistito ad un progressivo smantellamento di questi presidi, sottraendo ogni giorno un po’ di carburante al loro funzionamento, prefigurando forse che, con l’invecchiamento biologico del personale, prima o poi esaleranno il loro ultimo respiro. E’ questo che si vuole? 

Ru 486. Da quest’estate nel Lazio anche nei consultori. Parte sperimentazione

Ru 486. Da quest’estate nel Lazio anche nei consultori. Parte sperimentazione

6 aprile - Dopo il concorso per soli medici non obiettori, la Regione Lazio torna al centro delle polemiche sul tema dell'aborto: per la prima volta in Italia, infatti, nel Lazio sarà ora possibile accedere alla pillola abortiva al di fuori dell’ospedale.

Tumore al seno. Sopravvivenza cresciuta del 12% in 20 anni. Ma preoccupa mortalità nelle pazienti anziane

Tumore al seno. Sopravvivenza cresciuta del 12% in 20 anni. Ma preoccupa mortalità nelle pazienti anziane

6 aprile - Il problema è di grande rilevanza se si considera che in Italia ogni anno il tumore della mammella colpisce oltre 17 mila donne di età superiore ai 70 anni e che attualmente nel nostro paese vivono più di 240 mila donne anziane alle quali è stata diagnosticata questa patologia e per le quali la riduzione di mortalità si è fermata allo 0,4% annuo contro l'1,3% medio. 

Informativa e consenso informato “Perinatal Card” per la donna con minaccia di parto pretermine

Informativa e consenso informato “Perinatal Card” per la donna con minaccia di parto pretermine

(APPROVATO DAL CONSIGLIO DIRETTIVO A.O.G.O.I. IN DATA 03/05/2016)
Estensori D. De Vita, F. Messina  Revisori A. Chiàntera, V. Trojano - Coordinatori P. Puggina, F. Raimondi, G. Spaziante, A. Pugliese  

Il termine Parto Pretermine (PP) è molto generico e si riferisce a tutte le condizioni che indichino una nascita avvenuta prima del termine completo della 37^ settimana di gestazione. Il neonato prematuro è ad alto rischio perinatale, in quanto la nascita pretermine impedisce a molti organi ed apparati di raggiungere la maturità fisiologica e tutte le competenze atte ad affrontare l’ambiente extra-uterino....

Nelle donne che hanno avuto un cancro aumenta il rischio di nascite pretermine

Nelle donne che hanno avuto un cancro aumenta il rischio di nascite pretermine

6 aprile - È quanto emerge da uno studio condotto in USA e pubblicato da JAMA Oncology. La ricerca ha evidenziato che le nascite pretermine (<37 settimane di gestazione) sono significativamente più comuni tra le donne sopravvissute al cancro (rapporto di prevalenza, 1.52), così come è avvenuto per i parti precoci (<34 settimane) con neonati di basso peso alla nascita (<2500 g).  

 

menu
menu