Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg
  • Aogoi
  • Eventi
  • 36° Corso di formazione e aggiornamento in fisiopatologia cervico-vaginale e vulvare, colposcopia e malattie trasmissione sessuale

36° Corso di formazione e aggiornamento in fisiopatologia cervico-vaginale e vulvare, colposcopia e malattie trasmissione sessuale

36° Corso  di formazione e aggiornamento in fisiopatologia cervico-vaginale e vulvare, colposcopia e malattie trasmissione sessuale

Photo by Modestas Urbonas, CC0 License

3 - 5 aprile 2017

Ascoli Piceno, Centro Congressi – Complesso Fieristico della Camera di Commercio

 

Lettura magistrale: Dott. Ranieri Guerra
Direttore Generale Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute - Roma
Come cambierà il panorama oncologico nazionale con l'estensione della vaccinazione anti-HPV prevista dal nuovo piano nazionale?

 

COORDINATORE DELL'INSEGNAMENTO: Dott. Mario Peroni

 

Descrizione del Corso Residenziale

 

Il Corso di Ascoli Piceno si svolge in una Città accogliente e ricca di storia e di arte avendo come sede il Centro Congressi della Camera di Commercio, dotato delle più sofisticate attrezzature tecnologiche necessarie per l’ottimizzazione dell’Insegnamento.

Il progetto didattico del Corso, al fine di raggiungere e migliorare il costante successo dei precedenti anni, riprendendo uno schema didattico in parte tradizionale che ha sempre dato risultati ottimali ma aggiornato nei suoi contenuti, si caratterizza negli aspetti che seguono:

  1. Ad inizio del Corso una Lettura Magistrale su argomento di spiccato interesse “Come cambierà il panorama oncologico nazionale con l’estensione dei vaccini HPV prevista dal nuovo piano sanitario nazionale?” sarà tenuta dal Dott. Ranieri Guerra, Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Sanità, attinente i temi del Corso e soprattutto sull’importanza dei vaccini e delle opportunità delle vaccinazioni, che ha espresso la sua disponibilità.
  2. Un insegnamento analitico ed approfondito della colposcopia e della fisiopatologia cervico-vaginale e vulvare anche in ordine alle diverse lesioni cito-istologiche che è possibile reperire sull’esocollo e nell’endocollo come anche su altri distretti dell’apparato genitale femminile e maschile, sulla loro istogenesi, associate o meno a cofattori di oncogenesi vengono analizzati, primi fra i quali gli HPV nei loro aspetti diagnostici e prevenzionali, nelle loro terapie, nel loro significato e le relative indagini di biologia molecolare per la identificazione circa la loro presenza, ai loro sottotipi ed agli effetti prodotti in relazione e con riferimenti anche ad altre MTS ed ai fattori più generali di rischio di tali patologie ed alla loro diagnostica più tradizionale ed innovativa ed alle loro terapie.
  3. Verranno analizzati gli aspetti epidemiologici delle patologie di interesse ginecologico ed i risultati che possono ottenersi con la loro prevenzione e le loro cure più appropriate.
  4. Saranno anche presi in considerazione gli aspetti dello screening primario realizzato con il ricorso agli accertamenti piu’ tradizionali ed a quelli relativi alla biologia molecolare eseguita sia come test di prima intenzione e quale supporto della stessa ad altre indagini, particolarmente nell’ambito della citologia anormale e del follow up successivo alle terapie.
  5. Le diverse tecniche di prelievo citologico, da quelle tradizionali a quelle che permettono lo studio del materiale citologico in strato sottile ed ulteriori indagini possibili, come anche verranno illustrate le più adeguate tecniche bioptiche relative ai più congrui prelievi istologici.
  6. Le Linee Guida nella diagnostica, nelle indicazioni terapeutiche e nel follow up ed indagini colposcopiche come anche microcolposcopiche, endocervicoscopiche, bioptiche spesso associate alla biologia molecolare, costituiscono l’oggetto di esposizioni analitiche fatte da Specialisti assai esperti come anche vengono analizzate le premesse relative alle diverse tecniche di trattamento delle lesioni, alle loro indicazioni ed ai loro risultati.
  7. In una sessione specifica sono previste anche letture svolte da Esperti di riconosciuta competenza nell’ambito di temi attinenti la patologia HPV, i vaccini attuali e quelli in via di studio, gli effetti e i risultati delle vaccinazioni eseguite in diverse età, come anche i diversi aspetti del counseling.
  8. Una articolata sessione sulle Malattie a Trasmissione Sessuale, la loro diagnostica e le loro terapie, terrà in considerazione particolarmente la attuale realtà Italiana anche con riferimento alle patologie relative ai fenomeni migratori.
  9. Saranno trattati aspetti relativi alle metodiche contraccettive di ultima generazione con particolare riferimento a quelle ormonali prevedendosi anche una esposizione sulle terapie locali che evocano il miglior trofismo vaginale specie in età climaterica e in menopausa o comunque in carenza estrogenica.
  10. Da sottolineare come, analogamente agli anni precedenti, notevole interesse al Corso sarà dato dagli slides seminars e da video filmati realizzati per la diagnosi come anche per la esecuzione di terapie. Di rilievo didattico sono gli “Ateliers di lavori pratici” per piccoli gruppi di Allievi che, sotto la guida di esperti Tutors, si alterneranno nella escissione e nella vaporizzazione con ansa diatermica e laser di lesioni simulate su tessuti animali; nella preparazione e nella interpretazione di preparati microscopici batteriologici e citologici analizzati e discussi ricorrendo ad un microscopio munito di telecamera che permette la visione in tempo reale e la discussione delle immagini osservate su schermo televisivo; nella tecnica per il miglior impiego del colposcopio ottimizzando l’utilizzo degli strumenti anche per le riprese colpo-fotografiche e digitalizzate; nella tecnica isteroscopica su uteri di plastica con all’interno lesioni simulate visualizzate con isteroscopio munito di telecamera collegata al video, poi commentate anche da un ecografista mediante proiezione di correlative immagini.
  11. Una sessione sulla fisiopatologia vulvare, nella diagnosi e nella terapia di lesioni diverse sarà svolta, nell’ambito di una esposizione ben articolata con iconografia vasta, da Specialisti di riconosciuta esperienza in materia.
  12. Ampie discussioni permettono in tutte le sessioni di dare agli Allievi la possibilità di porre quesiti e di confrontarsi con i Docenti Da segnalare infine come al termine di ogni giornata, sono previste esercitazioni collettive in aula come anche dovranno essere risolti i quiz necessari all’adempimento ECM per l’ottenimento di crediti formativi Ministeriali.
  13. A conclusione del Corso vi sarà una sessione di proiezione di videofilmati realizzati nella pratica ambulatoriale attinenti la diagnostica e le terapie effettuate a livello del tratto genitale distale che saranno commentati anche per essere oggetto di discussione nell’ambito di una interattività con gli Allievi su quanto illustrato durante il Corso.
  14. E’ prevista, come sempre, la partecipazione di “Allievi” provenienti dalle varie Regioni d’Italia, come anche dall’estero.

La filosofia di questo Insegnamento che segue precisi schemi didattici, è di rendere gli Allievi quanto più “protagonisti” del Corso essendo così i Docenti fortemente impegnati in una azione didattica incisiva e che favorisca tale aspetto.

Nell’anno 2016 il Corso ha ottenuto 21,5 crediti formativi dal Ministero della Salute nell’ambito del programma Educazione Continua in Medicina (ECM) ed anche per l’anno 2016 si prevede la concessione di un elevato numero di crediti formativi ECM.

Si ribadisce ancora come il Corso, per il suo prestigio, sia accolto nei rinnovati ambienti del Centro Congressi del Complesso Fieristico della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, sede che costituisce al proprio livello una garanzia di serietà quanto al Corso stesso ed agli Sponsors.

 

Dott. Mario Peroni
Presidente della Scuola e coordinatore dell’insegnamento

menu
menu